Edicola

Agenzia Alfa n. 38 - Agenzia Alfa 38 cover
 
Speciale Dampyr n° 12 cover
 
Il segreto di Juliet - Morgan Lost 13 cover
 
Il viandante - Nathan Never 305 cover
 

Arretrati

Raccolta Julia n°79
 
L'ultima diligenza - Tutto Tex 546 cover
 
Killer Clown - Morgan Lost 12 cover
 
Ultimo scontro a Bannock - Tex Nuova Ristampa 409 cover
 

Chi è Shanghai Devil

Personaggi Storici

Personaggi Storici

Tra i protagonisti della saga spiccano alcune figure storiche: personaggi realmente esistiti che Ugo Pastore incontra sulla sua strada.

Nel corso delle avventure di Shanghai Devil, i protagonisti intrecceranno le loro strade con quelle di alcuni personaggi realmente esistiti:   

Kuang Su (1871-1908)  
Salito al trono imperiale a soli quattro anni d'età, resta a lungo sotto la tutela di sua zia Suxi, madre del precedente Imperatore Tung Chih, morto quattordicenne. Kuang Su comincia a governare in proprio dal 1889. Riforma l'amministrazione statale, l'ordinamento scolastico e l'esercito su modello europeo, avviando un programma di modernizzazione non pregiudizialmente ostile alle potenze straniere e alle loro rappresentanze commerciali in Cina.   
I suoi tentativi sono però destinati a fallire. Suxi, infatti, riprende il sopravvento. Lo fa dichiarare infermo di mente e lo depone, tenendolo prigioniero.

Suxi (1835-1908)  
Scelta come concubina dall'Imperatore Xianfeng (1831-1861) sale rapidamente i ranghi finché, come vedova dell'Imperatore stesso, ne eredita il potere, seppure in qualità di reggente del proprio figlio, l'ancora fanciullo Tung Chih, debole e destinato a morte prematura. Consolida con polso ferreo il proprio comando e nel 1875 pone sul trono suo nipote Kuang Su, sicura di poterlo manovrare agevolmente.  
Ma quando il nuovo Imperatore è ormai nelle condizioni di assumere il pieno esercizio del potere, Suxi, profondamente avversa alle sue propensioni riformistiche, lo fa arrestare e torna di fatto a governare in proprio. Per nulla amata e considerata responsabile della fine della dinastia Qing, Suxi, nonostante il suo importante ruolo storico e il fascino oscuro del suo personaggio, non è stata molto considerata dal cinema cinese contemporaneo. Nel 1975 le venne dedicato il film storico "The Empress Dowager" ("L'Imperatrice vedova") interpretato da Lisa Lu e prodotto a Hong Kong dagli Shaw Brothers, e più di recente, nel 2003, un episodio (il ventiquattresimo) della serie TV cinese "Zhou Xiang Gonghe" ("Verso la Repubblica"), dramma storico in 59 puntate, nel quale la si considera, almeno sul piano umano, più benevolmente.

Sir Claude Maxwell McDonald (1852-1915)  
Diplomatico inglese. Assume la carica di ministro ambasciatore in Cina nel 1896. Durante l'assedio del quartiere delle legazioni straniere a Pechino, riveste un ruolo di assoluto rilievo rispetto a tutti gli altri diplomatici stranieri, coordinandone le strategie. Si ispira a lui il personaggio dell'ambasciatore britannico Sir Arthur Robinson interpretato da David Niven nel film "55 giorni a Pechino" di Nicholas Ray (1963).