Edicola

Agenzia Alfa n. 38 - Agenzia Alfa 38 cover
 
Speciale Dampyr n° 12 cover
 
Il segreto di Juliet - Morgan Lost 13 cover
 
Il viandante - Nathan Never 305 cover
 

Arretrati

L'ultima diligenza - Tutto Tex 546 cover
 
Killer Clown - Morgan Lost 12 cover
 
Raccolta Julia n°79
 
Ultimo scontro a Bannock - Tex Nuova Ristampa 409 cover
 

Frequently Asked Questions

Saguaro FAQ

Saguaro FAQ

Risponde Bruno Enna

Tutto quello che c'è da sapere su Saguaro

DA DOVE NASCONO IL NOME DI THORN KITCHEYAN E IL SOPRANNOME SAGUARO?
Il cognome non ha un significato "simbolico", mentre il nome (thorn/spina) è in un certo senso uno dei motivi per cui gli è stato affibbiato il soprannome. Va detto che i navajo possiedono diversi nomi: oltre al nome utilizzato per i documenti d'identità, hanno un "nome segreto" (usato durante le cerimonie religiose e conosciuto da pochi intimi) e uno o più soprannomi.
                
QUANDO HAI CREATO IL PERSONAGGIO, AVEVI UN PRECISO MODELLO FISICO A CUI ISPIRARTI?
All'inizio la mia scelta oscillava tra vari attori, che però rappresentavano solo in parte certe caratteristiche fisico/caratteriali del personaggio che avevo in mente. Mi piacevano Adam Beach, Val Kilmer e Dwayne Johnson. Grazie a un suggerimento di Sergio Bonelli, ho deciso alfine di provare a "indianizzare" l'attore Tom Berenger. Il disegnatore, Alessandro Poli, lo ha usato come punto di riferimento, creando un personaggio del tutto nuovo e originale.
                       
DOVE SI SVOLGONO LE AVVENTURE?
Il nostro protagonista opera nell'enorme riserva Navajo, tra l’Arizona, lo Utah e il New Mexico (e in parte anche nel Colorado, anche se qui esiste anche la riserva Ute). Precisamente, Saguaro vive a Window Rock, quasi al confine tra Arizona e New Mexico. Lì si trova il Consiglio Tribale dei Navajo, che hanno una lunga storia di autogestione. Lì c’è anche il BIA (Bureau of Indian Affairs): un ufficio di collegamento tra governo federale e Consiglio Tribale.

SU CHE DOCUMENTAZIONE HAI BASATO LA COSTRUZIONE DELLA SERIE?
Dal punto di vista fumettistico, ho guardato soprattutto Tex, Mister No e Blueberry. Ho letto libri di antropologia e storia, visionato documentari e riviste specializzate, divorato un buon numero di romanzi (per esempio, quelli "obbligatori" di Cormac McCarty, ma anche gli ottimi gialli di Tony Hillerman, ambientati proprio nella Riserva Navajo). Il cinema ha avuto una parte importante, sia per quanto riguarda una certa filmografia recente ("Non è un paese per vecchi", "Le tre sepolture") che per quella meno recente (penso soprattutto a certi film della cosiddetta Nuova Hollywood degli anni '60/'70, con titoli molto diversi come: "Corvo rosso non avrai il mio scalpo", "La rabbia giovane", "Punto zero", "Easy rider" e chi più ne ha più ne metta).

NEL WEST MODERNO DI SAGUARO, QUAL È LA SUA CAVALCATURA PREFERITA?
Thorn adora la sua moto: una Harley Davidson Flathead degli anni '40. Questo è il suo “cavallo”, anche se, a causa delle grandi distanze della riserva, spesso circola con un robusto pick-up Power Wagon Dodge.