Notizie Flash

Archivio Flash

Edicola

Agenzia Alfa n. 38 - Agenzia Alfa 38 cover
 
Speciale Dampyr n° 12 cover
 
Il segreto di Juliet - Morgan Lost 13 cover
 
Il viandante - Nathan Never 305 cover
 

Lukas

Lukas n.12: tutti i segreti!

Lukas n.12: tutti i segreti!

Siamo giunti all'ultimo approfondimento sulla prima serie di Lukas, dedicato al dodicesimo capitolo delle avventure dell'eroe Ridestato: "Mostri".

In collaborazione con la pagina Facebook ufficiale di Lukas, ogni mese, all'uscita di un nuovo albo di Lukas Reborn, vi abbiamo proposto un dietro le quinte del relativo numero della prima miniserie del Ridestato.

Dal 20 febbraio è in edicola "L'infinito" dodicesimo e conclusivo numero della seconda stagione dell'eroe creato da Michele Medda e Michele Benevento; ed eccovi, dunque, le cinque curiosità legate a "Mostri" (che potete recuperare tramite il nostro servizio arretrati), corrispettivo albo della prima stagione di Lukas.

5 COSE CHE FORSE NON SAPEVATE DI... LUKAS 12 – MOSTRI
a cura di Michele Medda e Michele Benevento.

1) A pagina 13, nella didascalia di Lukas si nasconde una piccola confessione dell’autore. “A un tratto, si rese conto di non sapere nemmeno il cognome di Zara”. In realtà a rendersene conto in quel momento era stato lo sceneggiatore. Nel corso della saga non ci fu una sola occasione in cui fosse necessario pronunciare il cognome di Zara e di Victor. E così i due Ridestati rimasero senza cognome.


(cliccate sull'immagine per visualizzare la tavola intera).

2) A pagina 26 scopriamo che Brian ha una vita sentimentale movimentata. La brunetta che gli dice “abbiamo almeno un quarto d’ora” sembrerebbe la sua ragazza “ufficiale”. Ma siamo certi che non è la stessa ragazza, Melinda, che Brian ha portato al cinema nell’albo precedente, “Tenebre” (pagina 94). E, con molte probabilità, non era Melinda la bionda senza nome con cui Brian era andato alla festa mascherata nel numero 5, “Maschere” (vedi pagina 39).


(cliccate sull'immagine per la pagina intera).

3) A pagina 33 rivediamo il castello di Wilda. Trovandosi a decidere la location dello scontro decisivo, Medda scartò subito qualsiasi scenario urbano, e pensò che un castello medievale si addicesse alla megalomania di Wilda. Ovviamente, per non introdurre il castello all’ultimo istante utile, la scena dell’acquisto del castello fu inserita nel numero 8, “Troll”. Medda ripete spesso che ama improvvisare, e che molte delle sue storie prendono forma strada facendo. Ma Lukas era nata come miniserie “chiusa”, di 12 numeri, e di conseguenza il finale fu accuratamente pianificato.


Wilda si gode il panorama (cliccate sull'immagine per visualizzarla l'intera pagina).

4) Il “postribolo d’alto bordo” di cui l’ispettore Fintz parla a pagina 36 è chiamato “La casa delle bambole”. Il nome è ispirato all’omonimo libro, che racconta di un’adolescente ebrea costretta a prostituirsi per sopravvivere nel lager di Auschwitz. Firmato semplicemente con la sigla Ka - Tzenik 135633, alla sua uscita (nel 1959) “La casa delle bambole” fu reputato un romanzo autobiografico scritto da una donna. Si scoprì poi che l’autore del libro era un uomo, anche lui detenuto ad Auschwitz: lo scrittore polacco Yehiel De-Nur.


L'ingresso dell'esclusiva casa d'appuntamenti (cliccate sull'immagine per vedere la tavola intera).

5) La pianificazione di cui abbiamo parlato ha permesso agli autori di lavorare al finale con tranquillità. Le ultime pagine di Lukas sono frutto di più riscritture e di un rimontaggio concordato tra Michele Medda e Massimiliano Bergamo, autore delle matite (con le chine di Vincenzo Acunzo), per condensare al meglio, in poche vignette, la rivelazione sul passato del personaggio e il colpo di scena finale. Nel processo di riscrittura fu deciso anche di far apparire l’ex marito di Bianca (la cui presenza non era prevista in origine), e fu cambiata la location dell’epilogo. Lukas avrebbe dovuto svegliarsi nello stesso cimitero del numero 1. Ma gli autori ritennero che la scena avrebbe potuto indurre il lettore a pensare a un flashback, e così la scena del secondo risveglio fu ambientata in un cimitero di campagna.


Lukas Reborn! (cliccate sull'immagine per visualizzare l'intera pagina).

Per leggere tutti i precedenti articoli di "5 cose che forse non sapevate di... Lukas", cliccate qui.


Se volete recuperare tutti i contenuti delle due stagioni di Lukas, seguite la pagina Facebook ufficiale. Iscrivetevi alla newsletter settimanale SBE per essere sempre aggiornati su tutte le novità e le iniziative editoriali bonelliane.