Notizie Flash

Archivio Flash

Edicola

Agenzia Alfa n. 38 - Agenzia Alfa 38 cover
 
Speciale Dampyr n° 12 cover
 
Il segreto di Juliet - Morgan Lost 13 cover
 
Il viandante - Nathan Never 305 cover
 

Nick Raider

Nick Raider a quota 200!

Nick Raider a quota 200!

Le ragioni di un cambiamento, di Sergio Bonelli

Cari amici,
sono passati molti anni da quando, nel giugno 1988, apparve in edicola il numero uno di Nick Raider. E l’entusiasmo e l’orgoglio con cui, all’epoca, presentammo ufficialmente il primo “poliziesco” di Sergio Bonelli Editore era davvero giustificato, devo ammetterlo: in effetti, a parte un rapidissimo blitz con “La Pattuglia dei Senza Paura” (una breve serie creata da mio padre Gianluigi Bonelli nel 1948), i nostri eroi di carta avevano quasi sempre preferito scorrazzare nelle sterminate praterie del Selvaggio West, piuttosto che nelle caotiche strade di una metropoli contemporanea. Nick Raider, insomma, era, per noi, un autentico apripista, ma anche una innegabile scommessa. Nei duecento mesi trascorsi da quel fatidico esordio, il detective della Squadra Omicidi newyorkese creato da Claudio Nizzi ha cercato di tener fede alla promessa iniziale di offrire ogni trenta giorni “cento pagine di azione, suspense e mistero”, si è conquistato un pubblico di fedeli “seguaci” e, oggi, giunto al traguardo del duecentesimo numero, abbiamo voluto festeggiarlo, come vuole la tradizione bonelliana, con una nuova storia tutta a colori, che vede, per di più, il ritorno di “papà” Nizzi nelle vesti di sceneggiatore. Al tempo stesso, però, l’albo che avete fra le mani chiude il primo ciclo delle avventure di Nick Raider… Qual è il problema? Ho già detto più volte, in passato, che viviamo in un’epoca in cui il pubblico degli appassionati di fumetti si fa sempre più esiguo, mentre il prezzo di vendita degli albi non riesce spesso a coprire gli effettivi costi gestionali. In una struttura editoriale come la nostra, il numero dei lettori che seguono mensilmente la collana di Nick Raider è troppo esiguo per pareggiare gli ingenti costi che comporta la realizzazione di ogni albo; gli stessi lettori possono, invece, rappresentare una base solida e sicura per una Casa editrice di più ridotte dimensioni. Ecco perché, dal marzo 2005 Nick Raider abbandonerà la “scuderia” bonelliana per approdare nei ranghi delle Edizioni If di Gianni Bono, un serio professionista che ha dimostrato grande competenza anche in qualità di storico del fumetto italiano.
Sergio Bonelli