Notizie Flash

Archivio Flash

Edicola

Agenzia Alfa n. 38 - Agenzia Alfa 38 cover
 
Speciale Dampyr n° 12 cover
 
Il segreto di Juliet - Morgan Lost 13 cover
 
Il viandante - Nathan Never 305 cover
 

1952

I tre Bill

I tre Bill

Dopo aver creato una lunga serie di eroi solitari, G. L. Bonelli sceglie, come protagonisti di un nuovo albo, uno scatenato trio di fratelli che vennero dotati dei volti degli attori John Carradine, Victor MacLaglen e Montgomery Cliff. I Bill (è il cognome, non un nome) sono una temibile terna di castigamatti che, per mantenere un giuramento fatto al padre in punto di morte, ricorrono alle armi solo in casi disperati e cercano sempre di non uccidere. In compenso, però, fracassano le mani di chi ha osato sparare contro di loro in modo tale che non abbia occasione di riprovarci! Sempre pronti a menare le mani, i tre fratelli (Black, un tipo taciturno cui uno strano costume conferiva un aspetto piuttosto funereo; Sam, uno scanzonato gigante che accettava con lo stesso entusiasmo un'allegra bevuta o una omerica scazzottata, e infine Kid, il "piccolo" della famiglia, un cucciolo già dotato di buoni denti) sono inarrestabili come una valanga e vivono ogni sorta di avventure, narrate con l'abituale grinta da G. L. Bonelli, i cui testi, per nulla invecchiati, rendono estremamente piacevole, a tutt'oggi, la lettura degli albi. Kid, Black e Sam Bill vennero disegnati inizialmente da Giovanni Benvenuti, prima disegnatore di fumetti, poi abile e noto illustratore. Il suo disegno, dotato di grande realismo, accentuava la già forte caratterizzazione dei protagonisti. A collaborare con lui c'era Roy D'Amy che nel 1955, quando la serie (data la grande popolarità dei personaggi) venne ripresa, gli subentrò del tutto nella realizzazione dei disegni, con l'aiuto di alcuni collaboratori. "Il ritorno dei tre Bill" (questo il titolo della seconda serie) ebbe anch'esso un notevole successo, a dimostrazione della forza evocativa di questi personaggi che, più volte ristampati, hanno fatto la loro ultima apparizione in Italia in alcuni albi della famosa Collana Rodeo.