Notizie Flash

Archivio Flash

Edicola

Agenzia Alfa n. 38 - Agenzia Alfa 38 cover
 
Speciale Dampyr n° 12 cover
 
Il segreto di Juliet - Morgan Lost 13 cover
 
Il viandante - Nathan Never 305 cover
 

1952

Gordon Jim

Gordon Jim

La trama della serie, ambientata negli Stati Uniti, ha come sfondo la lotta tra Francia e Inghilterra per il possesso dei territori del Nord America (siamo, di conseguenza, verso la fine del Diciottesimo secolo). Protagonista è Gordon Jim, un giovane scozzese, appartenente alla nobile casata degli Argyll, eterna nemica della famiglia inglese dei Sutherland. A causa dell'inganno perpetrato da uno degli appartenenti a quest'ultima, Gordon Jim, accusato ingiustamente di omicidio, è costretto ad abbandonare la sua patria e a rifugiarsi in America. Qui, vivrà le sue avventure in compagnia di un gruppo di personaggi tutti ottimamente caratterizzati (così com'era abitudine di Roy D'Amy, autore della serie, la cui capacità di dare coralità all'azione si era già messa in evidenza in occasione di Mani in Alto!). Ed ecco quindi muoversi abilmente (e tra mille pericoli) il forzuto Mac Hardy, suo nipote (il balbuziente Semedimela), il simpatico Dirty Pan (sempre tormentato da una megera che vuole diventare sua moglie), la dolcissima Miss Arabel (innamorata di Gordon Jim), il piccolo Tartufo con la sua fedele puzzola Eulalia, e altri personaggi ancora. L'affermarsi nella vicenda di avvenimenti storici e di situazioni immaginarie diede quella "marcia in più" alle avventure dei nostri eroi, che risultarono decisamente divertenti (e avvincenti) per tutti i giovani lettori di allora, tanto che, una volta conclusasi, la serie venne ristampata più volte. I personaggi emanavano un grande fascino, ma soprattutto risaltavano gli splendidi disegni realizzati da Roy D'Amy (in alcuni casi, con la collaborazione di un altro grande del fumetto, Gino D'Antonio). Le eleganti divise dei militari, le folcloristiche acconciature delle tribù indiane del Nord-Ovest, le cupe foreste e i suggestivi paesaggi lacustri offrirono all'autore la possibilità di comporre alcune tra le più pregevoli tavole mai apparse nel fumetto italiano d'avventura.