Notizie Flash

Archivio Flash

Edicola

Agenzia Alfa n. 38 - Agenzia Alfa 38 cover
 
Speciale Dampyr n° 12 cover
 
Il segreto di Juliet - Morgan Lost 13 cover
 
Il viandante - Nathan Never 305 cover
 

Greystorm

Greystorm: le ragioni di un'avventura!

Intervista ad Antonio Serra e Gianmauro Cozzi

Dopo i drammatici eventi del numero 11 (disponibile dall'11 agosto), approda in edicola, il 9 settembre, "I capitoli dimenticati", corposo volume (224 pagine) che mette in luce retroscena, sia tecnici che narrativi, della saga "verniana" di Greystorm. Un ultimo albo piuttosto inconsueto, a partire dalla presenza di testi e immagini che raccontano quella che è stata l'evoluzione creativa della miniserie, sino a comprendere tre storie complete. Episodi che andranno a colmare spazi narrativi lasciati aperti dal fluire dei colpi di scena che hanno caratterizzato gli ultimi undici mesi. Ne parliamo con Antonio Serra e Gianmauro Cozzi, creatori della serie.

Come siete arrivati alla scelta di concludere la collana con un albo così speciale?

Siamo stati quasi "costretti" dal fatto che, avendo lavorato più di quattro anni alla preparazione del progetto, ci siamo resi conto soltanto quando ormai molti albi erano pronti che la scaletta degli eventi rischiava di dilungarsi troppo su alcuni elementi. Facendo un'operazione di "montaggio cinematografico", nel tentativo di migliorare il ritmo del nostro racconto, come capita spesso a molti registi, ci siamo ritrovati con tante scene che giacevano sul "pavimento" della "sala di montaggio". Alcune di queste, però, e in particolar modo un'intera avventura, ci sembravano comunque belle e intriganti da presentare al pubblico, ma avrebbero, a nostro giudizio, rischiato di rallentare l'azione se collocate nella loro posizione originaria. Abbiamo quindi pensato di spostarle, proponendo un volume che è, in realtà, un'appendice alla collana, ricca di informazioni riguardanti il percorso di scrittura delle sceneggiature e la creazione delle immagini. All'interno di questo percorso si collocano le sequenze e le storie che, per il lettore appassionato, contengono dialoghi, scene e situazioni che aggiungono nuovi dettagli al carattere dei protagonisti.

Quindi, che cosa raccontano le tre storie?

Senza rovinarvi alcuna sorpresa, possiamo dire che la prima sequenza narrativa va a incastrarsi tra le ultime tavole del primo albo ed è una scena che ci è stata chiesta a gran voce da molti lettori. La terza sequenza è un vero e proprio finale della serie che chiude, in qualche maniera, l'esistenza del mondo svelato da "Greystorm". Il secondo capitolo dimenticato, invece, è costituito da una lunga avventura (quasi duecento pagine) che i lettori più attenti ricorderanno già citata nel carteggio sentimentale tra Mili e Ian Thompson che appare nel numero 8 della serie.

Dunque sapremo, finalmente, cos'è "La Gemma di Bilaspur"...

Esattamente! E' una storia che ci ha molto appassionato e che rivisita, speriamo in maniera divertente, classici dell'avventura dell'epoca, facendo soprattutto riferimento all'approccio narrativo di un maestro dell'indagine poliziesca come Arthur Conan Doyle ma anche agli splendidi volumi de "Il detective invisibile", opera di un altro autore inglese, Justin Richards.

Chi troveremo ai disegni di questi racconti perduti?

Nell'ordine: Simona Denna e Francesca Palomba, Anna Lazzarini (alla sua prima apparizione in "Greystorm") e, infine, Alessandro Bignamini.
 
Con questo volume avete, dunque, recuperato tutte le scene tagliate?

Effettivamente, no. Come autori, riteniamo che alcuni momenti, per come si è evoluta la storia nel corso della sua lavorazione, fossero semplicemente di troppo. Altri, invece, come quello presentato nell'albetto distribuito gratuitamente in occasione della mostra del film scientifico e tecnologico "Discovery on film", tenutasi a maggio al Museo Civico di Rovereto, ci piacerebbe che raggiungessero il pubblico dell'edicola. Vedremo cosa ci riserverà il futuro...