Notizie Flash

Archivio Flash

Edicola

Agenzia Alfa n. 38 - Agenzia Alfa 38 cover
 
Speciale Dampyr n° 12 cover
 
Il segreto di Juliet - Morgan Lost 13 cover
 
Il viandante - Nathan Never 305 cover
 

Martin Mystère

Martin Mystère approda su App store!

Per festeggiare i trent'anni del personaggio creato da Alfredo Castelli, sono approdate sull'App Store di Apple due applicazioni gratuite dedicate al Detective dell'Impossibile!

Per festeggiare i trent'anni di Martin Mystère, sono approdate sull'App Store di Apple due applicazioni gratuite dedicate al Detective dell'Impossibile (le presenta entrambe Alfredo Castelli nel video che potete trovare in questa pagina). La prima delle due, semplicemente intitolata "Martin Mystère" vi porta nello studio del Buon Vecchio Zio Marty, ricostruito tridimensionalmente. Un ambiente tutto da esplorare, alla ricerca dei tanti contenuti offerti dall'applicazione: immagini, filmati, dossier, la mostra "I cent'anni di Martin Mystère", una gallery di tutti gli albi a fumetti del BVZM apparsi in edicola negli ultimi trent'anni e molto altro ancora. Nei prossimi giorni, attraverso l'app o direttamente sull'iBook store, potrete anche scaricare e leggere, sempre gratuitamente, quattro albi completi a fumetti. Si tratta di una versione digitale del primo numero (giunto in edicola nell'ormai lontano 1982), dell'albo del decennale e di quello del ventennale, con tanto di "Index" realizzato all'epoca e che ripercorreva i primi due decenni di vita del personagggio. Prossimamente, la App si arricchirà di ulteriori contenuti. Tenete d'occhio le nostre Flash News per scoprire quando avverrà questo aggiornamento!

Ottimizzata per iPhone e iPod Touch, ma fruibile anche su iPad, "Martin Mystère Mystery Database"  presenta il recupero di un vecchio software realizzato nel 1992 per la piattaforma HyperCard di Apple e porta i lettori indietro nel tempo a sfogliare un ricco atlante dei misteri. Pur con diverse limitazioni (il linguaggio con cui è stato programmato il Database non "gira" più su nessun computer moderno e non è stato facile adattarlo ai controlli "touch"), grazie al fortunoso ritrovamento da parte di Castelli e all'abilità di programmatore di Fulvio Massini, un pezzo del "passato informatico" di Martin Mystère è giunto fino a noi.