Notizie Flash

Archivio Flash

Edicola

Agenzia Alfa n. 38 - Agenzia Alfa 38 cover
 
Speciale Dampyr n° 12 cover
 
Il segreto di Juliet - Morgan Lost 13 cover
 
Il viandante - Nathan Never 305 cover
 

Anteprima Tex

Nuovi sguardi su Tex!

Il 27 novembre arriva in edicola il sesto Color Tex, che ripropone la sua formula autunnale, fatta di fulminanti storie brevi realizzate da un mix esplosivo di autori, vecchi e nuovi!

Mauro Boselli, curatore e sceneggiatore di Tex, ci presenta la seconda uscita, in "formula autunnale", della collana a colori dedicata al Ranger. Quattro storie complete che vedono all'opera autori già conosciuti ai seguaci di Tex, affiancati da diverse "new entry": disegnatori e sceneggiatori che per la prima volta si confrontano con l'universo di Aquila della Notte.

Cari texiani, come forse avrete ormai capito, del nostro Color Tex escono ormai due numeri all’anno. Ma con una sostanziale differenza. Mentre nella veste estiva il volume contiene una sola lunga avventura (e quest’anno abbiamo apprezzato i magistrali disegni di Civitelli in “Delta Queen”), la sua incarnazione autunnale ospita invece quattro fulminanti short stories.


Il Tex di Luca Rossi.

Quella del racconto breve è un’arte difficile e noi fumettari bonelliani, abituati, seguendo l’eredità del nostro Maestro e capostipite Gianluigi Bonelli, al fluire epico del romanzo per immagini di almeno un centinaio di pagine (che per Tex vanno spesso raddoppiate o triplicate), abbiamo ancora un po’ di strada da fare per padroneggiarla come vorremmo.

Ma l’inizio è stato promettente e coronato da un successo di pubblico e di stima. Un anno fa, giusto per andare sull’usato sicuro, avevamo affidato la stesura dei soggetti a quattro autori già veterani della serie e abituali frequentatori di Tex (il sottoscritto, Faraci, Ruju e Manfredi). Non andò poi tanto male. Ma quest’anno va ancora meglio (poi mi direte voi se è verità o illusione) nell’albo che avete tra le mani.

Il Color Tex di storie brevi, va detto, nasce non solo dall’esigenza di sperimentare inediti formati narrativi, ma anche dalla volontà di provare autori nuovi, di dare l’occasione a loro (e soprattutto ai lettori) di scoprire angolazioni fresche e insolite della saga texiana.

Dunque quest’anno i titolari si prendono una vacanza e gli sceneggiatori ruotano, a parte l’eccezione del sottoscritto che, in veste di curatore responsabile, sente di non potersi esimere dal prendersi un rischio e partecipa anche in questa occasione! Ma non dovete temere un salto nel buio... Gli altri tre autori di questo volume ci fanno ancora sentire aria di casa, visto che tutti, in qualche modo, sono vicini a Tex e al western: Michele Medda, uno dei creatori di “Nathan Never”, l’artefice di “Caravan” e “Lukas”, è addirittura GIÀ stato sulla serie mensile di Tex una ventina d’anni fa, con due memorabil storie, e ci regala dunque una sua piccola rentrée in scena; Moreno Burattini, in quanto editor e autore di “Zagor”, non fa che spostarsi dalla Vecchia Frontiera a quella nuova; e Roberto Recchioni, nuovo curatore di “Dylan Dog”, inventore, insieme a Emiliano Mammucari, di “Orfani”, ha già in cantiere un imminente Color Tex “lungo”, per i disegni di Pasquale Del Vecchio.


Il Ranger del Texas secondo Andrea Accardi.

E siccome, secondo il vecchio adagio, l’occhio vuole la sua parte, la realizzazione visiva raggiunge livelli d’eccellenza e inedite atmosfere con: Michele Benevento, creatore grafico di “Lukas”; Giuseppe Camuncoli, che aggiunge Tex alla rosa di personaggi celebri da lui interpretati (“Diabolik”, “Spiderman”, “Batman”, per citarne alcuni); Luca Rossi, impareggiabile pennello di “Dampyr” e di “The House of Mystery”; l’eclettico Andrea Accardi, i cui recchioniani samurai, comparsi su “Le Storie”, avranno presto l’onore di una miniserie tutta per loro. La copertina, infine, è opera di Giulio De Vita, giovane disegnatore dal grande successo internazionale.

Altri artisti e scrittori, più o meno vicini alle atmosfere texiane e tutti di grande livello (me ne faccio garante), compariranno in futuro. Buona lettura, intanto, con questi quattro diversi sguardi sul West di Tex Willer.

Mauro Boselli