Notizie Flash

Archivio Flash

Edicola

Agenzia Alfa n. 38 - Agenzia Alfa 38 cover
 
Speciale Dampyr n° 12 cover
 
Il segreto di Juliet - Morgan Lost 13 cover
 
Il viandante - Nathan Never 305 cover
 

Lilith

Ucronia - 7a puntata

Evidenze del passaggio di Lilith nella Storia dell’umanità - Parte 7

UCRONIA, dal greco ou-chronos – “nessun tempo” – indica la narrazione letteraria, grafica o cinematografica di quel che sarebbe potuto succedere se un certo avvenimento fosse andato diversamente.

Le azioni che Lilith compie, nella sua corsa su è giù per lo spazio tempo, provocano inevitabilmente delle variazioni nel corso della Storia come noi la conosciamo. Questi cambiamenti possono essere minimi, impercettibili oppure macroscopici ed epocali e questo indipendentemente dalla volontà dalla protagonista. Essi possono limitarsi a venir raccontati in un articolo su un giornale o a essere citati negli annali; oppure possono entrare nel mito, ispirare le arti dei posteri e influenzare il destino di interi popoli.
In questa rubrica vi presento le prove che evidenziano il passaggio di Lilith nella Storia dell’umanità, elementi che potranno aiutare il lettore a capire la natura di tali cambiamenti, comprenderne le cause e individuarne le conseguenze nel mondo futuro. Ad accompagnare la Storia della California che compone questa puntata di Ucronia, trovate, nella gallery in apertura, un apparato cartografico utile a seguire gli sviluppi raccontati nelle prossime righe.

Luca Enoch

∙ • ● • ∙

STORIA DELLA CALIFORNIA
KYOKUTŌ NO KUNI - Paese dell’estremo oriente, 極東の国


Nativi.
Prima dell'arrivo degli europei nel diciottesimo secolo, l'area intorno allo stretto e la baia di San Francisco era abitata dagli Ohlone al sud e dal popolo Miwok al nord. Quando giunsero i coloni giapponesi all’inizio del XVII secolo, gli Ohlone erano stanziati nell'area costiera che andava dalla Baia di San Francisco alla Baia di Monterey ed alla Salinas Valley.

Ai tempi dei primi contatti con i giapponesi e gli europei si stima che circa 300.000 persone vivessero in California, parlando circa 135 lingue diverse. Nel montuoso nordovest ricco di torrenti e fiumi vivevano le popolazioni pescatrici degli Yuki, Tolowa, Karoka, Yurok, Hoopa, Wiyot, Mattole e Wailaki, tutti esperti pescatori di trote e salmoni e costruttori di imponenti accampamenti e totem. Ad ovest  vi erano i Wintun, i Shasta e gli Yana. Più a sud, dalla costa proseguendo verso l’interno, si incontravano i Pomo, i Maidu, i Lile’ek, e i Wappo. I Miwok divisi in tre enclavi attorno il lago Miwok. A sud est lungo la costa a partire dalla baia di San Francisco vi erano i Costanoan, raccoglitori di conchiglie.  A sud di loro vi erano gli Esseleni del Grande Sud, mistici e curatori, e a sud di essi vi erano i Chumash che vivevano in lunghe capanne e navigavano in mare in canoe che ricordano quelle polinesiane. Gli Yokut abitavano il centro della Great Central Valley. I Paiute, i Washo, i Mono e i Panamint vivevano lungo il bordo orientale della Sierra Nevada.

Poiché vi era cibo in abbondanza per tutti, i rapporti tra le varie etnie non era conflittuale. Per la terapia era diffuso l’uso della tenda del sudore, dove essi si riscaldavano con il vapore ottenuto dall’acqua su pietre roventi nei presi di fiumi o laghi. Molti coloni giapponesi adottarono questa terapia indigena, facendosi assistere dagli sciamani del luogo.

Religione.
Per i nativi il mondo era popolato da spiriti e uomini, piante e animali erano strettamente legati tra loro, Questo fu un importante punto di contatto cultrale tra lo scintoismo e lo sciamanesimo indigeno.

 

<< Pagina precedente                              1 2 3                              Pagina successiva >>